Scrittorincittà

Scrittorincittà torna a Cuneo da mercoledì 13 a lunedì 18 novembre 2019 per la sua XXI edizione.

L'atteso festival letterario, che fin dalla prima edizione ha registrato una straordinaria partecipazione di pubblico, ha quest'anno come tema portante Voci, intorno al quale autori italiani e stranieri sono chiamati a esprimersi, riflettere, confrontarsi con i lettori di ogni età.

Il festival è un'iniziativa del Comune di Cuneo, in collaborazione con la Provincia di Cuneo e la Regione Piemonte ed è organizzato dall’Assessorato per la Cultura del Comune di Cuneo e dalla Biblioteca Civica, con il patrocinio della Rappresentanza a Milano della Commissione europea, con la collaborazione di Europe Direct Cuneo Piemonte area sud ovest e con il sostegno di Fondazione CRC, Compagnia di San Paolo e Fondazione CRT.

Ad aprire la XXI edizione di scrittorincittà sarà Carlo Cottarelli, mercoledì 13 novembre alle ore 17.30 in Sala Blu (Centro Incontri della Provincia). Insieme a Paolo Griseri, a partire dal suo nuovolibro Pachidermi e pappagalli (Feltrinelli), dibatterà di “voci”: luoghi comuni, bufale e fake news che negli ultimi anni hanno influenzato non solo il mondo della politica, ma anche quello dell'economia.
La serata inaugurale, mercoledì 13 alle ore 21.30 al Teatro Toselli, è dedicata invece a Nuto Revelli, che ha consacrato tanta parte della sua vita proprio alla raccolta di lunghe interviste biografiche con uomini e donne delle vallate cuneesi, contribuendo allo sviluppo della storia orale italiana e riportando l’attenzione su un mondo dimenticato e abbandonato. A cento anni dalla sua nascita lo ricordano il figlio Marco Revelli e Carlo Petrini in un incontro realizzato in collaborazione con la Fondazione Nuto Revelli.
Un festival diffuso attraverso la città con 223 appuntamenti che dal Centro Incontri della Provincia, cuore della manifestazione, si allargano in tantissimi spazi aperti ai cittadini, come la Biblioteca Civica, il Teatro Toselli, il Cinema Monviso, ma anche i musei e i circoli culturali.

Il programma è a cura di Stefania Chiavero, Paolo Collo, Matteo Corradini, Raffaele Riba, Andrea Valente.
Voci: il tema di questa edizione. La voce è come il vento, invisibile ma forte. La voce è parte di noi. La voce, ogni voce, è sempre all’aperto e non ha un tetto sotto il quale ripararsi. La voce ha peso anche se non pesa nulla, la voce nasce dentro ma per esistere deve uscire, andarsene, a volte fuggire.
Scrittorincittà edizione XXI si schiarisce la voce e prova a chiarire e a dare luce alle voci che hanno da dire molto, sempre. Sono le nostre voci, sono le voci degli altri. Voci del verbo leggere.

Gli incontri in evidenza di mercoledì 13 novembre
Alle ore 9 alla Biblioteca 0-18
Ciao sono io, e tu?
Chi sono io? Chi è l’Altro? Perché non siamo proprio uguali? Piccole e grandi domande a cui i bambini danno risposte senza giudizi e pregiudizi, semplicemente attraverso il gioco e la relazione che nasce e cresce tra due o più persone. È il mondo fuori, quello dei grandi, che molto spesso li mette in difficoltà… Eppure il valore dell’accoglienza e dell’accettazione dell’Altro è quello che da adulti ci permette di vivere senza paure, con un’infinita voglia di scoprire e conoscere, di vivere una vita piena. Storie e libri offriranno spunti leggeri, poetici, divertenti e profondi sulla ricchezza della diversità. Lettura con Marina Berro a cura della Compagnia Il Melarancio.

 Alle ore 17.30 al Centro Incontri (Sala Blu)
 Apertura della XXI edizione di scrittorincittà - Pachidermi e Pappagalli
Il dibattito pubblico italiano spesso è influenzato da luoghi comuni sull’economia. Ci sono le bufale sull’Europa, quelle sulle banche e sui tecnocrati, sulle pensioni. Spesso nelle bufale ci sono elementi di verità. Ma è importante saper distinguere questi elementi di verità dalle esagerazioni che vengono create ad arte per indirizzare l’opinione pubblica secondo strategie ben definite. Questo fa Carlo Cottarelli (Pachidermi e pappagalli, Feltrinelli) analizzando i pregiudizi, le fake news e le “tecniche di disinformazione”. Con lui Paolo Griseri.

Alle ore 18 al Centro Incontri (Sala Rossa)
Trent’anni di Marlene Kunz
 Chitarrista, cantante e autore dei testi, Cristiano Godano (Nuotando nell’aria. Dietro 35 canzoni dei Marlene Kuntz, La nave di Teseo), rendendo pubbliche lettere, appunti del tempo e aneddoti, ricostruisce canzone per canzone la creazione dei primi tre dischi e ci racconta la genesi di una delle più importanti band della musica rock italiana a trent’anni dalla sua nascita. Lo intervista la redazione di 1000miglia.

Alle ore 21.30 al Teatro Toselli
La voce di Nuto
Scrittorincittà dedica a Nuto Revelli la serata inaugurale della XXI edizione. Il tema “Voci” sarebbe piaciuto a Nuto, che ha impegnato tanta parte della sua vita proprio alla raccolta di lunghe interviste biografiche con uomini e donne delle vallate cuneesi, contribuendo allo sviluppo della storia orale italiana. Dando voce ai “vinti”, ha riportato l’attenzione su un mondo dimenticato e abbandonato. Di questo e di molto altro discorreranno il figlio Marco Revelli e Carlo Petrini. Serata realizzata in collaborazione con la Fondazione Nuto Revelli.

Anche quest’anno Scrittorincittà propone un fitto calendario di appuntamenti dedicati alle scuole, tutti gratuiti su prenotazione: incontri con gli autori, laboratori, spettacoli per tutte le fasce d’età.

Tutti gli appuntamenti in programma sono consultabili a questo link: www.scrittorincitta.it/scuole-e-ragazzi.html

Tra gli altri ospiti della prima giornata: Damiano Cunego, Tiziano Marino, Sandro Natalini, Massimo Cott

Il programma completo è disponibile al link: www.scrittorincitta.it/programma.html

12/11/2019 12:53
Categoria: Festival